Cosa penso di Another World di Banana Yoshimoto

SHARE

Noni è una giovane donna, nata e cresciuta in una famiglia con una madre e due padri, all’ombra di una nonna che con la sua saggezza è riuscita a rimanere dentro di lei. Ha amato una donna forte, risoluta e non riesce a far pace con il fatto che l’abbia lasciata per un uomo benestante ed ozioso. E adesso che Kaede ‒ il suo padre naturale ‒ è morto, il vuoto che è dentro di lei sembra incolmabile. Tornare a Mykonos dove con lui era stata felice, dove aveva trascorso molte estati e dove con sua madre e il padre numero 2 (come lei stessa lo chiama) ha vissuto giorni splendidi, è quindi naturale, un po’ come rivivere quei momenti rimasti incastrati in quella cittadina greca, ritrovare qualcosa che insieme erano stati. E proprio lì Noni incontra per caso Kino, un uomo che con Kaede ha molte cose in comune, tante da sorprenderla ed emozionarla. Con Kino, artista rimasto vedovo, iniziare a parlare è semplice così come decidere di passeggiare, pranzare e trascorrere insieme il resto della vacanza e non solo… tra loro si crea un legame che va oltre i singoli vissuti, che è subito intenso e che non chiede di essere catalogato o rinchiuso in una definizione…
Read more…

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here