Mappe

SHARE
Da sempre la mappa è un oggetto che ha saputo scatenare la più bella delle fantasie. Fin da piccola ero affascinata dai contorni incerti, dalle linee tracciate, dai disegni appena riconoscibili. Mappa per me era sinonimo di pirati, di avventura, di galeoni carichi d’oro, di teschi sprofondati negli abissi, di delitti dimenticati dal tempo, di spade, di tesori da trovare. Mi sono sempre considerata un pirata, a carnevale non so mai quante volte mi ci sono vestita, l’estate sulla spiaggia giocavo fino a sera fingendomi un capitano che scopriva isole disabitate piene di misteri e con gli occhi puntati sul l’orizzonte e il viso arrossato dal sole mi lasciavo sedurre dal luccichio della superficie del mare e dai richiami dei gabbiani… ero un pirata e forse lo sono ancora.
Forse è per questo che ne Il segreto dei custodi della fede ho fatto partire tutto da una mappa e forse per la stessa ragione adesso una splendida mappa campeggia sulla copertine de Il mistero delle antiche rotte tra poco in libreria.
Pensate che al grafico avevo detto timidamente che mi sarebbe piaciuto se in qualche modo riusciva ad inserire una mappa insieme ad un assaggio di Egitto… beh quando l’ho vista non credevo ai miei occhi 😄
SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here